FARNESINA | Italiani all’estero, Sottosegretario Merlo apre i lavori del Comitato di presidenza CGIE

Ricardo Merlo, Sottosegretario agli Esteri e presidente del MAIE: “Ho ricordato i numeri, l'assunzione di ben 477 nuovi dipendenti della rete consolare, l'incremento dei passaporti, aumentati del 37% nell'ultimo triennio, così come l'emissione della carta d'identità elettronica, che registra un +8,5% rispetto al 2018 e +15% rispetto al 2017. Inoltre, ho confermato che la Carta d’identità elettronica sarà disponibile in tutta Europa entro il 2020”

Italiani all’estero, Sottosegretario Merlo: “Carta d’identità elettronica già disponibile in tutta la Francia”

Il Sottosegretario agli Esteri: “L’obiettivo è poter offrire la Carta d’identità elettronica a tutti gli italiani residenti in Europa e poi, in un prossimo futuro, a quelli del mondo intero”

LA CARTA D’IDENTITÀ ELETTRONICA È UN SUCCESSO. PROSSIMO STEP: FRANCIA

Il Sottosegretario Merlo conferma: la sperimentazione nelle prime città di Nizza, Atene e Vienna ha dato i frutti sperati. Abbiamo già messo a punto il calendario dei lavori: entro la fine di febbraio sarà disponibile su tutto il territorio Francese, per poi continuare nel resto d’Europa.

Merlo: “Ecco a che serve la Carta d’identità elettronica”

"Carta d'identità elettronica anche per gli italiani all'estero🇮🇹 Finalmente è una realtà. Si parte dall'Europa per arrivare al mondo intero"

Merlo: “Da oggi la Carta d’identità elettronica per gli italiani nel mondo è realtà”

La Carta d'identità elettronica rappresenta senza dubbio un segnale di continuità nelle politiche degli italiani nel mondo portate avanti nell'ultimo anno e mezzo. Avanti tutta, dunque, con il "Merlo bis"

Carta d’identità elettronica, Sottosegretario Merlo: “Una risposta concreta per i nostri connazionali in Europa”

“La sperimentazione partirà a settembre in tre sedi consolari, Vienna, Atene e Nizza. La carta – ricorda Merlo - verrà prodotta in Italia e mandata direttamente all’indirizzo del connazionale”

Plenaria CGIE, l’intervento del Sottosegretario Merlo: servizi consolari, elezioni Comites, Venezuela

Confermato, “ad agosto si aprirà in Uruguay la prima fase di ampliamento della sede. Il nuovo consolato sarà una struttura di proprietà dello stato italiano di circa 700 metri quadrati”

Torna in cima